Cerca nel blog

Per problemi tecnici l'appuntamento di ieri è saltato. Chiedo scusa per l'inconveniente. Il mondo espanso dei romanzi gay tornerà operativo come sempre questo fine settimana.

Un grazie a Claudio e al suo

Read More

Detti e Aforismi
























Autore: Oscar Wilde
Casa Editrice: BUR
Prezzo: 8,80


Sinossi dell'opera
Tutti i pensieri, i detti e le frasi pronunciate dal grande autore simolista lungo la sua vita sono stati raccolti in un unico volume di ben 365 pagine da leggere in un fiato.

Ne parlo perché...
Perché con questa scheda chiude la rubrica Aforismi e ho pensato di consigliarvi per concludere questa esperienza, il volume da cui attingevo per pubblicare i post della rubrica.
Read More

Alla fine di questo libro la mia vita si autodistruggerà

 
Autore: Insy Loan
Casa Editrice: Rizzoli
Prezzo: 16,50 Euro
 
Sinossi dell'opera
Diciottenne, vergine e ignaro del mondo. Ma soprattutto, gay: almeno dai tempi della sua insana passione per l'album di figurine di Lady Oscar. Insy - che sta per insicuro, non per insipido - arriva a Roma dal profondo Abruzzo con in testa molte idee, non tutte salubri. E forse anche grazie agli anni di judo (lui era il sacco da allenamento) ha il fisico per inseguirle, nonostante la strada sia lunga: dalla sua piccola città a una tana di calabresi sul Grande Raccordo Anulare di Roma, per conquistare infine una stanza tutta per sé in una specie di comune, popolata da attivisti politici molto impegnati e da travestiti ancora più impegnati. Proprio quando comincia a scoprire il rutilante mondo delle parate, delle discoteche e delle saune, però, il destino gli fa lo sgambetto e Insy si ritrova addosso una divisa da poliziotto. Sexy? Per niente. Ma per fortuna non la sta indossando la sera in cui incontra il Vero Amore, quello che finalmente trasformerà la sequenza di avventure eroicomiche della sua vita in un blockbuster di Hollywood. Almeno per un po'!
 
Ne parlo perché...
Questo è un libro che ho letto solo di recente, benché già avevo avuto modo di conoscere l'autore tramite una video intervista su youtube realizzata  da Eustachio79  e che ho pure postato su Il mondo espanso del cinema gay all'interno della rubrica I corti presentano I documentari. Un libro molto fresco, la cui lettura è molto piacevole e scorrevole.
 
Alcune note sull'autore
Insy Loan, alias Alessandro Michetti. Per altre informazioni vi rimando alla video intervista che trovate sul blog del cinema a cui poteve accedere cliccando sul link sopra.




Read More

Camere separate

Prologo
Settimana scorsa il week end era iniziato con una mia intervista e s'è conclusa con la scheda di un libro di Pier Vittorio Tondelli, Altri Liberti, che ha suscitato il vostro interesse, e quindi oggi ripartiamo da dove ci siamo lasciati domenica scorsa, ossia dallo scrittore di Correggio,e di un altro suo libro, forse quello più noto a tanti,  Camere separate.

Casa Editrice: Bompiani - I tascabili
Prezzo: 8,10 Euro


















Sinossi dell'opera
Il romanzo presenta tre scenari che corrispondono ad altrettanti momenti nella vita del tentenne Leo, scrittore omosessuale dichiarato, alle prese conil dolore per la perdita del compagno, Thomas, un musicista tedesco.
Tra riflessioni e flashback, chi legge a poco a poco verrà a conoscenza dei dettagli di vita di Leo e Thomas, conosciutisi quasi per caso una sera durante un party a Parigi. I due amanti si incontrano spesso in giro per l'Europa, trascorrono le vacanze insieme, intraprendono lunghi giri.
Thomas, tuttavia, non essendo capace di vivere da solo, inizia una relazione con una ragazza, che lo ama, ma questa storia a tre è destinata a terminare quando uno di loro si ammalerà, morendo da lì a poco. 

Ne parlo perché...
Camere separate è il secondo libro di Tondelli che ho letto, acquistato subito dopo aver finito di leggere Altri Libertini. L'ho trovato spiazzante e veritiero, seppur tutte quelle situazioni ancora non le avevo vissute in quanto ero da poco entrato nella consapevolezza della mia omosessualità.

Alcune note sull'autore
Pier Vittorio Tondelli nasce il 14 settembre del 1955 nella bassa reggiana, a Correggio. Dopo la maturità si iscrive al DAMS di Bologna. Qui frequenta, fra gli altri, i corsi di Umberto Eco e di Gianni Celati.
Fra il 1979 e il 1980 lavora alacremente ai primi racconti di Altri libertini, che viene pubblicato da Feltrinelli all’inizio del 1980 dopo un lungo e faticoso lavoro di revisione e riscrittura. Altri libertini ottiene subito un buon successo di pubblico e parecchia attenzione da parte della critica. Il contenuto sicuramente “forte” gli vale anche le attenzioni delle autorità giudiziarie, che, appena tre settimane dopo l’uscita del romanzo, ne ordinano il sequestro per bestemmie. Tuttavia la sua attività di scrittore continua fino al 1991, dopo aver pubblicato ben 9 romanzi. Muore il 16 dicembre del 1991. Viene sepolto nel piccolo cimitero di Canolo, una piccola frazione di Correggio


Read More

Altri libertini


Autore: Pier Vittorio Tondelli
Casa Editrice: Feltrinelli
Prezzo: 10,00 Euro


















Sinossi dell'opera
Il libro è costituito da una serie di racconti scritti con il linguaggio parlato dei ragazzi (anche se quelli degl ianni 80) e quindi un linguaggio pieno di dialettismi, riferimenti al cinema e alla musica, diventando di fatto il primo esempio di letteratura "cannibale" (la stessa usata da Moccia per i suoi romanzi, anche se con un risultato inferiore rispetto a Tondelli).

Ne parlo perché...
Altri libertini è il libro che mi ha fatto conoscere al meglio lo scrittore, dopo che un mio amico me ne parlo una sera davanti ad un martini in un caffè letterario. Così qualche tempo dopo,  mi sono trovato a comprare il libro e scoprire un genere, quello cannibale, facendolo mio.

Alcune note sull'autore
Pier Vittorio Tondelli nasce il 14 settembre del 1955 nella bassa reggiana, a Correggio. Dopo la maturità si iscrive al DAMS di Bologna. Qui frequenta, fra gli altri, i corsi di Umberto Eco e di Gianni Celati.
Fra il 1979 e il 1980 lavora alacremente ai primi racconti di Altri libertini, che viene pubblicato da Feltrinelli all’inizio del 1980 dopo un lungo e faticoso lavoro di revisione e riscrittura. Altri libertini ottiene subito un buon successo di pubblico e parecchia attenzione da parte della critica. Il contenuto sicuramente “forte” gli vale anche le attenzioni delle autorità giudiziarie, che, appena tre settimane dopo l’uscita del romanzo, ne ordinano il sequestro per bestemmie. Tuttavia la sua attività di scrittore continua fino al 1991, dopo aver pubblicato ben 9 romanzi. Muore il 16 dicembre del 1991. Viene sepolto nel piccolo cimitero di Canolo, una piccola frazione di Correggio
Read More

Le interviste: Francesco Sansone

Salve a tutti, rieccoci qui, ne Il mondo espanso dei romanzi gay, un blog che, pur avendo una cadenza bisettimanale, zitto zitto, ha un elevato seguito. Questa settimana inizio le attività postandovi una parte di un'intervista che  è stata  realizzata dallo scrittore, noto a chi segue il blog, Fabio Casadei Turroni per la sua  rubrica "Incontri con l'autore" all'interno del sito Club Classic.net, dove è possibile leggerla integralmente, per parlare del mio libro Io: Nella gioia e nel dolore.
Spero di non passare per presuntuoso ai vostri occhi, ma dato che qui si parla di libri e di scrittori, mi sembra carina l'idea di mettermi in gioco anche postando un'intervista che abbia me come protagonista.


L'intervista
Questa è una parte dell'intervista realizzata dallo scrittore Fabio Casadei Turroni al "collega di penna" Francesco Sansone.



Nella Foto Francesco Sansone


Caro Francesco, presentati ai visitatori del nostro portale: quanti anni hai? Di che segno sei?
- Beh che dire sono semplicemente un ragazzo di 27 anni che vive e studia a Palermo e cerca di tirare avanti come meglio può. Ah! Dimenticavo, il mio segno zodiacale è il Gemelli e, ti dirò di più, il mio ascendente è l’Ariete. Per il resto dovrebbero rispondere gli altri per me, in effetti questo tipo di domande mi imbarazzano non poco. Una persona a me vicina, spesso, mi dice che sono antipatico ed egocentrico, anche se poi usa anche molti altri aggettivi positivi che non riporto, dopotutto chi si loda s’imbroda, no? Che aggiungere… sono uno molto preciso nelle cose e quando mi prefisso un obbiettivo, ci metto tutto me stesso per portarlo a compimento.

 
Come si vive , da gay, a Palermo?
- Beh Fabio, posso dirti che si vive come si può vivere in una qualsiasi altra città italiana. Palermo è una grande città e, come tutti i grandi centri, ha della zone più friendly di altre, però nel complesso si vive bene, almeno io vivo bene il mio esser gay a Palermo


Quand'è che hai scoperto di essere gay?
- Più che scoperto, posso dire che ho iniziato a prendere coscienza della mia omosessualità già nei primi anni dell’adolescenza, anche se in un certo qual modo cercavo di sfuggirla, poi però, pochi giorni dopo aver compiuto il mio diciottesimo compleanno, ho capito che non potevo far nulla per sfuggire alla realtà, alla mia realtà, e così l’ho accettata e francamente non me ne pento.


Che posto ha avuto la letteratura nella tua formazione, anche sessuale?
- Paradossalmente ho iniziato a leggere assiduamente dopo aver accettato il mio essere gay. Ricordo che il primo libro l’ho comprato un pomeriggio con i soldi delle mance – all’epoca lavoravo come barista - . Ero andato a fare una commissione per il mio datore di lavoro e così mi trovai di fronte alla libreria, vi sono entrato e ho comprato “Il ritratto di Dorian Gray” di Oscar Wilde, da lì non ho mai smesso di leggere. Leggo di tutto, anche se il più delle volte compro libri a tematica. Nei primi anni di accettazione in particolare cercavo libri che parlassero di storie gay, per confrontarmi e per capire un po’ di più questo nuovo mondo che mi si era aperto davanti. Importante è stato “Ragazzi che amano ragazzi” di Piergiorgio Paterlini che ha formato sia me sia mia madre, in un momento in cui entrambi cercavamo risposte sul mondo gay.


Il tuo primo libro è più un romanzo o più un diario?
- Direi sia l’uno che l’altro, in fondo la vita di ognuno di noi è un romanzo che quasi tutti scrivono in un diario per non dimenticarlo.


Quanto hai impiegato a scriverlo?
- Un bel po’, se poi consideri che il libro riporta alcune delle pagine dei miei diari, potrai capire che ho impiegato un bel po’ di tempo. Direi quasi che da quando ho iniziato a scriverlo nel 2002, non ho mai smesso di scriverlo, modificarlo e aggiustarlo (anche se non ho voluto più di tanto modificare la scrittura acerba di quegli anni che per me rappresenta un documento di quello che ero)


In quale materia ti laureerai?
- Credo che mi laureerò in Lingue e culture moderne, anche se ho perso ogni motivazione. Ogni anno vengono fatte riforme al sistema universitario e scolastico, che alla fine trovo inutili e inadatte. Se poi consideri che dopo tutti gli anni di studi c’è il rischio di non poter fare il lavoro per cui hai tanto studiato (nel mio caso l’insegnante), dimmi tu cosa sono serviti tutti gli sforzi? Certo mi sono creato un bel bagaglio culturale, ma l’avrei potuto creare anche senza spendere tanti soldi.

 
Che legame c'è tra la tua attività di giornalista free lance sul web, e quella di scrittore?
- Ė inevitabile il legame tra le due attività. Una non potrebbe esistere senza l’altra e viceversa. Negli articoli ci sono io, c’è la mia scrittura, le mie idee e anche se non le paleso, ci sono pure le mie opinioni. Non scrivo nulla che non mi prenda, che si tratti di un articolo o di un racconto o di altro ancora.


Perché hai aperto i tuoi blog?
- Quando parlo dei miei blog mi si illuminano gli occhi come ad un papà orgoglioso dei suoi figli. Ecco! Diciamo che i blog sono i miei figli. L’idea di aprire un blog, me l’ha consigliata Giovanni, il mio compagno, che ha sempre creduto nelle mie capacità. Un giorno mi ha detto: “Perché non apri un blog e pubblichi i tuoi lavori?” Inizialmente ero un po’ scettico, ma alla fine mi sono fatto convincere e così è nato “il mio mondo espanso” e qualche mese dopo sono arrivati “il mondo espanso del cinema gay” e “il mondo espanso dei romanzi gay”. Col tempo ho voluto trasformare i blog in un mezzo utile a tutti. Con i racconti, con i film e con i romanzi di cui parlo, cerco infatti di aiutare (laddove sia possibile) a dare a tutti un piccolo spazio dove ritrovarsi, confrontarsi con le storie degli altri lettori, e anche dare la possibilità ad ognuno di crearsi una cultura personale del mondo gay.

 
Ti senti più scrittore, o più blogger?
- Diciamo che sono uno scrittore che si diverte nel fare il blogger e un blogger che si diverte a fare lo scrittore.


Hai una storia? Sei fedele?
- Sì, vivo e convivo (anche se ancora a casa dei miei genitori sessantenni) da quasi quattro anni una fedelissima storia d’amore con Giovanni che è stato colui che mi ha ridato la gioia dopo tanti anni di dolore. In oltre la nostra relazione si è pure trasformata in collaborazione; infatti è lui che cura le realizzazioni grafiche dei blog, con i suoi lavori. Ė un ottimo artista e un ottimo pittore.

 
Hai fatto il coming out? Lo consiglieresti ad un ragazzo?
- Sì, l’ho fatto e nel libro ne parlo in maniera dettagliata. Ad un ragazzo consiglierei di fare quello che meglio crede. Ognuno deve essere libero di poter fare quello che vuole quando crede di essere pronto e non perché è una moda dettata dal momento.


Che importanza ha l’impegno politico per te? Sei schierato a destra o a sinistra… o dove?
- Le mie idee sono più vicine a quelle di sinistra, anche se una vera sinistra nel nostro paese non esiste, così come del resto non esiste una vera politica. Tuttavia seguo molto le notizie politiche, anche se, soprattutto nell’ultimo periodo, queste riguardano più diatribe fra “caporali” che questioni governative.
Read More

Storia e cultura dell'omosessualità


Autore: Giuseppe Previtali
Casa Editrice: Kimerik
Prezzo: 15,00 Euro



Sinossi dell'opera
Un'analisi puntuale e precisa, attraverso la ricostruzione storica, dell'omosessualità e del suo significato: si comprende quanto l'isolamento e la discriminazione siano ancora presenti. Se nell'antichità l'omosessualità è considerata una tappa della crescita dell'individuo, nell'età moderna subisce la totale disapprovazione della Chiesa Cattolica. Tuttavia, le lotte e le conquiste delle varie associazioni hanno modificato e chiarito molti luoghi comuni, giovando di gran lunga alla cultura sull'omosessualità odierna.

Ne parlo perché...
Un libro che ci accompagna nella storia della cultura gay, mostrando la lunga strada  che hanno dovuto fare le associazioni gay nel corso degli anni. Una lettura interessante e formativa.



Read More
Powered by Blogger.

Etichette/Tags

© Copyright Il mondo espanso dei romanzi gay