Cerca nel blog

“Doppio velo” - Fusioni di impresa, unioni e matrimoni nel nuovo romanzo della serie di Lara Haralds di S.M. May

Per conoscere tutte le uscite editoriali della settimana clicca qui
A cura di Lilia Stecchi
Grafica di Giovanni Trapani
In quest'ultimo mio consiglio letterario per il 2015 vi parlerò di
Read More

"Incursion" - Cacciatori di spie, mutanti e mercenari nel nuovo romanzo di Aleksandr Voinov

Per conoscere tutte le uscite editoriali della settimana clicca qui
A cura di Lilia Stecchi
Grafica di Giovanni Trapani
“A volte ci si ritrova a combattere con le spalle al muro: l’importante è scegliere il muro giusto.”
Read More

"Prezioso" - Cosa può accadere se Cupido scocca le sue frecce? Le risposte nel romanzo di M.A. Church

Per conoscere tutte le uscite editoriali della settimana clicca qui
A cura di Lilia Stecchi
Grafica di Giovanni Trapani

Il romanzo di cui vi parlo oggi è “Prezioso” di M.A. Church
Read More

"Io: nella gioia e nel dolore" – Il libro di Francesco Sansone incentrato sul percorso di un ragazzo gay, a prezzo speciale per Natale

A cura di Lilia Stecchi
Grafica di Giovanni Trapani
Chi segue questo blog sa che il nostro Francesco
Read More

"I fenomeni" - Storia d'amore e sport nel nuovo romanzo di Velia Rizzoli Benfenati

Per conoscere tutte le uscite editoriali della settimana clicca qui
A cura di Lilia Stecchi
Grafica di Giovanni Trapani
Devo confessare che dopo “Amnésie à París” avevo il forte
Read More

'Loves from the world' - Quattro piccoli tesori nell'antologia di racconti di Cristina Bruni e Leah Weston

Per conoscere tutte le uscite editoriali della settimana clicca qui
A cura di Lilia Stecchi
Grafica di Giovanni Trapani
Questa settimana vi voglio parlare di un libro che riunisce due bravissime scrittrici italiane, si tratta di Cristina Bruni e Leah Weston e il loro 'Loves from the world' (Self Publishing, prezzo 2,99 euro), un'antologia che con atmosfere cupe e dure, oppure dolci e tenere, affronta varie sfaccettature dell'amore. Incontreremo Derek e Spencer, Patrice e Bastién, Nathan e Mark, Moran e Moriarty.
Destini diversi, luoghi del mondo altrettanto differenti. Ma una cosa accomuna tutte queste coppie: l’amore. L’amore incontrato per caso, l’amore conquistato, l’amore ritrovato, l’amore perduto.
Quattro racconti per farvi sognare. 

Si inizia il libro con un racconto di Cristina Bruni, il bellissimo “La tigre e il professore”. Siamo nella seconda metà del diciannovesimo secolo e la storia è incentrata sul colonnello Moran, che da alcuni anni si reca nel luogo dove ha perso per sempre il suo più grande amico, il suo complice, il suo amante: James Moriarty conosciuto come “Il Professore”, il più grande avversario di Sherlock Holmes.
Continua sotto...
Lo trovi qui  
Nei piani di Moran questo probabilmente sarà l'ultimo anno in cui si reca in quel luogo di perdita e nostalgia, questo perché ha deciso di prendere il posto di Moriarty e di vendicarsi di Holmes, ma non sa dire se perseguendo nel suo intento verrà ucciso oppure imprigionato. Con il pensiero rivive il drammatico evento, quando ancora erano dei ragazzi, che ha suggellato l'amicizia con Moriarty e via via quello che negli anni li ha resi complici e poi amanti segreti. Ma a sconvolgere i piani di Moran, almeno all'apparenza, arriva il fratello di Moriarty, Andrew, così dolorosamente e incredibilmente somigliante al suo amato James. Riuscirà il giovane a far desistere Moran dai suoi intenti, oppure il colonnello vivrà i momenti con Andrew come un effimero e fugace ricordo del passato? 

Il secondo racconto “Un Natale indimenticabile” è di Leah Weston ed è caratterizzato, rispetto al primo, da un clima più dolce e avvolgente adatto proprio al periodo natalizio. I protagonisti sono Derek e Spencer, due ragazzi che per diversi motivi si ritrovano soli alla Vigilia di Natale. Si incontrano per la prima volta all'aeroporto di New York, poi, per cause fortuite, il loro ritrovarsi “per caso” inizia a diventare una lieta routine. Derek e Spencer sono in sintonia e si sentono irresistibilmente attratti, tutto questo li porta a una notte di passione, ma poi per cose dette a metà e per il dietrofront di Spencer, dato da vecchie esperienze, li porteranno a separarsi. 
Passano i mesi, ma nemmeno il tempo riesce a far dimenticare ai due la passione che c'è stata tra di loro, ma credendo entrambi di aver oramai perso l'occasione di poter avere una storia importante cercano di andare avanti, senza pensare troppo a ciò che poteva essere. Ma a volte il destino gioca con le nostre vite, e chissà se a Derek e Spencer verrà data un'altra occasione? 

Si torna con Cristina Bruni e il suo “Bloison Noir” a temi più foschi e cupi, nella Parigi degli anni '50 fatta di bande e malavita. Patrice ha ventidue anni e ama menare le mani, combattere e fare a botte è la sua ragione di vita. La vicenda si svolge tutta in una notte in un buco di stanza dietro ai locali caldaia, è qui che Patrice verrà punito dall'attuale Re degli studenti, detto Bloison Noir, che pensa che il ragazzo voglia prendere il suo posto. Quando Patrice riapre gli occhi si rende conto di non essere solo, ma non sono gli scagnozzi del Re pronti a dargli un'altra lezione, non è “quella persona” che credeva vicina e che invece lo ha tradito, tutti loro lo hanno lasciato solo, ma è Bastién. Patrice ha sempre disprezzato Bastién, lo giudica un povero sfigato. Ma ora il ragazzo è qui per aiutarlo, lo medica, ci parla facendo cambiare l'opinione che Patrice si era fatto su di lui. E dopo una notte di passione, chissà? “... Io e te, contro il resto del mondo!” Forse davvero la Panthéon Sorbonne avrà un nuovo Re con il suo servo. 
Continua sotto...
http://www.ibs.it/code/9788897309215/sansone-francesco/oltre-evidenza-racconti.html
Adesso anche in ebook qui 
A chiudere questa antologia c'è “Una nuova opportunità” di Leah Weston, che dopo aver collocato il suo primo racconto nel periodo natalizio, in questo da' ancora una volta rilievo a un giorno importante per l'amore e gli innamorati, ovvero San Valentino. 
Anche in questo caso, come nel primo racconto della Weston, è la paura a creare dei problemi a Mark e Nathan, i due protagonisti. Loro sono compagni e colleghi di lavoro, e a due anni dall'inizio della loro relazione Nathan vorrebbe portare il tutto a un livello superiore chiedendo a Mark di sposarlo. Mark è sorpreso da questa richiesta e fugge lasciando l'altro nello sconforto. Ora Nathan lo evita come se nemmeno lo conoscesse, e non solo. Nathan sembra proprio essere andato avanti e ha iniziato a frequentare di nuovo Sean, un suo ex.
È la sera di San Valentino e Mark è assalito dal rimorso e dai ricordi, vagando per la città si ritrova senza rendersene conto davanti casa di Nathan e... 

La lettura di questa antologia è stata davvero una bellissima esperienza. L'egoista che c'è in me chiedeva di leggerne ancora e ancora di ogni racconto, l'amante delle cose belle deve ammettere che sono perfetti così. Se l'unione di due autrici preparate e capaci genera questo risultato, ben vengano collaborazioni come questa.

Read More

“Il libro finito è sempre un prodotto di ‘squadra’.”- Intervista allo scrittore Calogero Pirrera

A cura di Lilia Stecchi
Intervista di Francesco Sansone
Grafica di Giovanni Trapani
Qualche settimana fa, Il mondo espanso dei romanzi gay vi aveva parlato del romanzo 'Nel dubbio l'ombra' di Calogero Pirrera, oggi vi proponiamo l'intervista che lo scrittore siciliano, che da qualche anno vive a Roma, ha rilasciato a Francesco Sansone.

Calogero, ‘Nel dubbio l’ombra’ è il tuo primo romanzo, il protagonista è Valerio, che dopo la morte del suo mentore, lo scrittore Fabio Tong, decide di ripercorrere la sua vita per ricostruirne un quadro dettagliato, anche se, alla fine, questo percorso è per lui un modo per ritrovare se stesso. Il senso di inadeguatezza che vive Valerio è qualcosa che in molti vivono nella società odierna. Secondo te, questa sensazione da cosa è generata?
Credo che in ogni società di ogni epoca storica ci sia una particolare sensazione di inadeguatezza, così forse anche per ogni diversa fase della nostra vita. Ogni epoca poi arricchisce e genera il proprio senso profondo in base ai motivi più significativi che la caratterizzano. La società moderna, oltre all’inadeguatezza, ha provocato diverse crisi della coscienza, malesseri ai quali qui si può solo accennare. Il senso di inadeguatezza che tocca Valerio riguarda dei valori universali, come la malinconia e il suo modo di sentire. Non riguarda la sua sessualità, che ha sempre accettato con serenità e quasi con orgoglio, ma un conto in sospeso con il passato che pagherà a tempo debito. Di lui scrivo: «Poi, nella pubertà, il suo vero carattere era venuto fuori, mostrando tutte quelle sfumature e insicurezze tipiche del malinconico, sempre pronto a rifugiarsi nella lettura di Tasso, Leopardi o Pavese, nei loro lucidi stordimenti emotivi ed esistenziali, nei passi languidi di poemi su amori irrazionali che si allontanavano o avvicinavano troppo, fino a scottarsi, scivolando in innumerevoli imbuti di lacrime fino all’esasperazione sentimentale».
Continua sotto...
Lo trovi qui  
Valerio arriva a fare pace con se stesso quando rincontra il fratello Mattia che gli dà alcune risposte di cui aveva bisogno. Pertanto ti chiedo, per essere felici basta sapere solo una parte di ciò che vogliamo, o questo è solo un modo che permette di non soccombere al senso di vuoto che devasta dentro?
L’incontro con Mattia gli chiarirà alcuni particolari della propria vita che non conosceva, ma questo incontro non sarà capace di cancellare ogni dubbio e alcune idee sul perché la sua vita un giorno prese una particolare piega. Quello che sa adesso però se lo fa bastare, poiché aprire un nuovo baratro di insicurezza lo riporterebbe nuovamente sui propri passi, sulla vita insoddisfacente che conduceva. Questo è quello che ha fatto Valerio, io forse nel suo caso avrei agito diversamente, ma in ogni caso ci sono misure e pesi diversi. È vero, non c’è cosa più illuminante della verità, ma siamo davvero sicuri che è necessario sapere sempre tutto? A decidere è sempre l’indole di ognuno, c’è chi sa come si dimentica e chi non è felice se non arriva fino all’ultimo strato delle cose. Se ci fosse una regola però saremmo già tutti annoiati.

Come dicevamo, il romanzo affronta anche il tema della soddisfazione sessuale attraverso la sottomissione, un appagamento che in molti praticano, ma che non tutti hanno il coraggio di confessare agli altri. Tong, in qualche modo, lo tiene segreto. Perché quando si parla di sessualità si ha sempre qualche reticenza?
Lo scrittore Tong riesce a perdere questa reticenza a un certo punto della sua vita, quando non avrebbe avuto più nessun problema a far sapere a chiunque, tramite un romanzo, cosa delle sue scelte sessuali aveva nascosto fino a quel momento… Ma forse più che nascondersi dagli altri, non aveva ancora maturato l’idea di avere tutto il diritto di chiedere al destino la soddisfazione del proprio desiderio, senza pesi sulla coscienza. E stiamo naturalmente parlando di fatti che non prevedono una “vera” prevaricazione su qualcuno, ma di pratiche con approccio chiaramente consenziente. Sottolineo questo perché si fa ancora confusione tra alcuni aspetti della cultura e delle manifestazioni della sessualità con le patologie legate alla sessualità stessa. Ognuno ha il diritto di dire e far sapere quello che ritiene necessario della propria esistenza e in questo caso della propria vita sessuale. Il fatto che poi ci siamo alcune culture, come la nostra, ancora spesso ricca di pregiudizi verso pratiche sessuali non comuni, o più semplicemente poco note, è un’altra questione. Posso capire i pregiudizi di carattere estetico verso certe manifestazioni, ma morali no. Quello che mi auguro è che sempre più espressioni prendano piede in Italia (e non mi riferisco esclusivamente a quelle di carattere ludico-sessuale), rendendo ancora più plurale e contaminata la nostra cultura e il nostro modo di pensare.

Hai scelto di ambientare la storia a Roma. C’è un motivo in particolare per questa scelta oppure si è trattata di una scelta casuale?
Vivo a Roma da più di dieci anni e quando si sono materializzate nella mia mente alcune dinamiche della storia del romanzo (quando ancora ne elaboravo l’intreccio), automaticamente le “adattavo” alla città, o meglio, a quelle zone della città a me note. Strade, vie, palazzi, teatri, chiese, che ho frequentato.
Continua sotto...
http://www.ibs.it/code/9788897309215/sansone-francesco/oltre-evidenza-racconti.html
Adesso anche in ebook qui 
Hai pubblicato in maniera autonoma. Scelta tua, oppure non hai trovato una casa editrice che volesse puntare sul contenuto del tuo romanzo?
Pubblicare un romanzo in Italia con una casa editrice che possa poi promuoverlo e distribuirlo a livello nazionale, soprattutto se sei un emerito esordiente, non è oggi una cosa facile. Sappiamo quanto poco leggano gli italiani e quanto di conseguenza le operazioni editoriali siano necessariamente a rischio minimo. Questa è una delle cause che rendevano il mio romanzo non pubblicabile secondo le risposte delle case editrici (una selezione ragionata) a cui ho proposto “Nel dubbio l’ombra”. Così ho deciso che l’avrei pubblicato con ilmiolibro.it. Oltre al lavoro di scrittura, il self publishing comporta anche un impegno nella produzione del libro stesso, che va da un buon lavoro di editing alla realizzazione della parte grafica, e quindi alla necessaria collaborazione di diverse professionalità. Il libro finito è sempre un prodotto di “squadra”.

Per concludere, sei anche uno storico dell’arte e quindi voglio chiederti: quanto, questo, ha influito sulla stesura del romanzo?
Scrivo da anni, occupandomi d’arte, e la mia scrittura è maturata indubbiamente nell’ambito della mia formazione. Nel mio romanzo l’arte (e molte delle sue sfumature) fanno parte della storia. I protagonisti sono scrittori, musicisti, cantanti e il ricorso ad opere d’arte è abbastanza diffuso, è una presenza dichiarata nelle trame della storia. Una sfida che mi sono posto è quella di scrivere qualcosa dove l’arte abbia un ruolo marginale, se non inesistente. Chissà se ci riuscirò…
Read More

“Stelle e strisce” - Nuove avventure per Ty e Zane nell'ultimo romanzo della serie Cut & Run di Abigail Roux

Per conoscere tutte le uscite editoriali della settimana clicca qui

A cura di Lilia Stecchi
Grafica di Giovanni Trapani
Anche questa settimana ci incontriamo eccezionalmente di sabato e vi parlerò di un libro atteso da molti, e che, sentendo il giudizio di chi ha avuto la fortuna di leggerlo in inglese, è il più bello di tutta la serie. Sto parlando di "Stelle e strisce" di Abigail Roux (serie Cut & Run, 6  Triskell Edizioni, tradotto da Caterina Bolognesi, prezzo 5,99 euro) in cui rincontriamo gli Agenti Speciali Ty Grady e Zane Garrett che sono riusciti a fare l’impossibile: vivere alcuni mesi in pace e tranquillità. Dopo quasi un anno di problemi personali e professionali, finalmente vivono insieme senza liti, al lavoro va tutto liscio e sono entrambi felici, in salute e tornano a casa tutte le sere prima che faccia buio. Ma chiunque li conosca sa che una situazione del genere non è destinata a durare. Quando una telefonata urgente disturba il delicato equilibrio del loro mondo, Ty e Zane dovranno vedersela con un dramma familiare e un crimine sconcertante per salvare una vittima innocente prima che scada il tempo. Dalle montagne del West Virginia a un remoto ranch del Texas che ospita ben più che bestiame e ricordi d’infanzia, Ty e Zane dovranno fronteggiare le loro paure, e le loro famiglie, per sconfiggere un inaspettato nemico e riportare la pace nelle loro vite.
Continua sotto...
Lo trovi qui  
Questa è la prima volta che parlo di questa serie, e devo dire che accostarmi a Ty e Zane mi fa provare un certo timore reverenziale. Spesso, se un libro mi “prende” particolarmente, ho difficoltà a tirare fuori tutte le emozioni che ho provato nella lettura, perciò questa volta mi scuso in partenza per le parole confuse che sicuramente usciranno dalla mia testa. Cercherò di non farvi inorridire. Perché? Perché Ty e Zane sono diventati un'istituzione per chi legge romance m/m, perché oramai sono come nostri fratelli, sono dei cari amici, sono gli amanti per cui tutte/i noi facciamo il tifo e non vorrei dire troppe stupidaggini proprio su di loro. 
È da qualche mese che Ty e Zane sono in una nuova fase del loro rapporto. Sul lavoro va tutto bene, sono più tranquilli e passano più tempo insieme per approfondire la loro relazione, che comunque continuano a tenere nascosta a tutti, condividendo la stessa casa con dei coinquilini speciali che hanno in “affidamento” temporaneo. Sono i gatti di Julian Cross (incontrato con il compagno Cameron già nel libro precedente e nello spin off “La croce del guerriero”) i quali amano alla follia Ty, ma provano in tutti i modi a far fuori Zane. Tutto bene, no?... No, in effetti. Vi sembra mai possibile che i nostri Agenti Speciali dell'FBI possano rimanere per troppo tempo lontano dal pericolo? No, appunto. 
Tutto ricomincia a mettersi in moto quando si devono recare prima in West Virginia dalla famiglia di Ty, per poi andare in Texas dai Garrett, a causa di un evento che ha coinvolto il padre di Zane. Per quest'ultimo non sarà una visita tanto facile da affrontare, dovendo fare i conti con problemi e ricordi che riaffioreranno e che sono principalmente legati a una madre gelida e inflessibile, che bada più alle apparenze che a ciò che c'è nel cuore di suo figlio. Conosceremo molti personaggi, a iniziare da Harrison e Annie rispettivamente padre e sorella di Zane, la piccola Sadie che crea immediatamente un legame dolce e inaspettato con Ty, e tanti altri ancora. È qui in Texas che gli avvenimenti si susseguono in un turbinio concitato, con sospetti e presunti colpevoli, crimini che serviranno a coprirne altri. Come sempre per quel che riguarda la parte suspense siamo tenuti sulla corda fino alla fine, ma non vi dirò altro, anzi credo di aver detto anche troppo e non voglio rovinarvi la lettura con altre anticipazioni. 
Continua sotto...
http://www.ibs.it/code/9788897309215/sansone-francesco/oltre-evidenza-racconti.html
Adesso anche in ebook qui 
Per me questa serie è stata amore a prima vista, ma devo dire che apprezzo un po' di più gli ultimi libri, e questo in particolare, dove oltre all'azione e alle scene di sesso, viene dato più spazio ai sentimenti e a una comprensione maggiormente approfondita sul carattere dei protagonisti. Sarà forse la possibilità che Ty e Zane hanno, in questo frangente, di non nascondersi come coppia, oppure perché c'è un naturale accrescimento della conoscenza tra i due, dove pregi e difetti dell'uno e dell'altro si incastrano alla perfezione formando un'intesa che si consolida sempre di più. 
Ty è un turbine, è pazzo, è fantastico, è dolcissimo sia con i bambini che con gli animali, è unico. Non credo che “esista” un altro personaggio come lui. Adoro tantissimo Ty, ma... ma amo Zane. Se nei momenti frenetici o divertenti è Ty a farla da padrone, nei momenti di riflessione o introspettivi riusciamo a scoprire molto su Zane, sul suo carattere e il perché un tempo era una persona gelida che tendeva a trattenere ogni suo sentimento. Tutti nella famiglia Garrett vedono quanto Zane sia cambiato e non ci mettono molto a capire che il merito sia di Ty. 
Prima di chiudere vorrei fare una menzione speciale a due personaggi: Chester e Barnum... sono fantastici e sono sicura che li amerete anche voi. Chi sono? Ah no, non ve lo dico. Leggete questo bellissimo romanzo e lo scoprirete.
Read More
Powered by Blogger.

Etichette/Tags

© Copyright Il mondo espanso dei romanzi gay